Poesia: Il Carnevale di Pulcinella

Questa poesia “Il Carnevale di Pulcinella” ci racconta di Pulcinella

Questa poesia “Il Carnevale di Pulcinella” ci racconta di Pulcinella che su una giostra si addormenta e felice sogna di essere un bel principe con la spada. Con i sogni e il Carnevale possiamo essere quel che ci pare!!

POESIE E FILASTROCCHE CARNEVALE

il-carnevale-di-pulcinella

Il Carnevale di Pulcinella

Tra le giostre,
i baracconi,
i coriandoli,
i torroni,
tra la folla
fitta e pazza,
nel frastuono
della piazza,
s’ smarrito
– oil, oil –
Pulcinella
Pulcin.
“Viso nero!
Gobbettino!
Dove sei?”
grida Arlecchino.
E Gianduia
con Brighella
van chiamando
a perdifiato:
Pulcinella!
Pulcinella!”
Pantalone
si dispera:
“Forse un gatto
l’ha mangiato!”
Scende tacita
la sera.
Spunta gi
la prima stella
nella piazza
vuota e nera…
Dov’, dunque,
Pulcinella?
Sul cavallo
di una giostra
Pulcinella
dorme stanco.
Sogna d’essere
un bel principe
con la spada
d’oro al fianco…

(DEA)

Add comment

Rispondi

Most popular

Most discussed